Piena estate in Islanda

Dal 10 al 24 agosto 2019
In esclusiva
per i viaggiatori  
90° EST
90E_Isla_fallstipologia viaggi in islanda
assistenza scientificaelena biscuola
numero massimo partecipantidiciotto

L’estate, per come la intendiamo noi, dura davvero poco in Islanda, appena una decina di settimane. Gli islandesi allora, più che su parametri meteorologici, scelgono di distinguere le stagioni sulla base di riferimenti astronomici. Le ore di luce nel corso della giornata, per esempio. La festa di S. Giovanni, 24 giugno, detta Jóhnsmessa, con le sue 24 ore di luce è una specie di ferragosto. La loro “estate” luminosa, allora, inizia già a metà aprile, quando in sostanza non diventa mai buio. Dalla parte opposta della loro “estate” c’è un giorno, il cui calendario varia ogni anno, in cui si può dire che l’estate (quella della luce) stia finendo. È quando l’oscurità torna ad essere sufficientemente intensa da attivare i sensori dei lampioni di Reykjavík. Succede intorno al 10 di agosto. Si accendono i lampioni verso le 11 di sera, e si spengono poche ore dopo, verso le 3 di mattina. C’è sempre qualcuno che vedendo i lampioni accesi per la prima volta dice sorridendo: “È finita…” Per noi mediterranei, invece, significa ancora venti ore di luce piena da spendere al meglio fra altopiani e coste selvagge. Dal 15 agosto, specie al Sud, è possibile osservare l’aurora boreale ma fate pure finta che non ve l’abbiamo detto.

Sfoglia le pagine di 90° EST e clicca qui per il programma di viaggio