Islanda: ad agosto torna l’Aurora Boreale

Dal 15 al 30 agosto 2020
In esclusiva
per i viaggiatori  
90° EST
Islanda aurora boreale agostotipologia viaggi in islanda
assistenza scientificapaolo cortini
numero massimo partecipantidiciannove

In Islanda l’aurora boreale ricompare ad agosto dopo una lunga pausa iniziata ai primi di aprile. Per poter vedere l’aurora boreale è infatti necessario che il cielo sia scuro, ma in Islanda il cielo “notturno” è troppo luminoso dai primi di aprile a metà agosto.
Quando il crepuscolo inizia a farsi strada tra le luci del lungo tramonto estivo capita sempre, una sera, che il cielo assuma un colore nuovo, come se luci di una città lontana disturbassero la purezza dell’aria. Le guide si fermano a scrutare il cielo. D’improvviso quel chiarore diffuso inizia a fluttuare come mosso da un vento
impetuoso e vaste volute di luce si generano fino a trasformarsi in un’immensa tenda luminosa che oscilla sulle nostre teste. E’ la prima aurora boreale dell’anno. Può capitare a Reykjavík, mentre passeggi, o alla Laguna degli Iceberg, o ancora mentre ti godi un bagno caldo notturno nella tundra di Landmannalaugar.
E’ sempre un bel regalo, per chi è venuto fin qui.
Se si considera che la regione più selvaggia e spettacolare d’Islanda, gli Altopiani, è accessibile solo a luglio e ad agosto, sebbene con mezzi 4X4 speciali, questo è l’unico periodo dell’anno in cui è possibile osservare l’aurora boreale da questo territorio. Non è un dettaglio di poco conto, perché molto del fascino dell’aurora boreale dipende proprio dal contesto in cui si è immersi nel momento in cui la si osserva.
In questo viaggio il gruppo dispone di cinque veicoli fuoristrada modificati Nissan Navara e Land Rover Defender condotti anche dai viaggiatori. Un geologo italiano, un pilota istruttore Land Rover ed un cuoco seguono il gruppo in ogni fase del viaggio.
Questo è il nostro viaggio in Islanda dedicato all’aurora boreale ad agosto.

Sfoglia le pagine di 90° EST e clicca qui per il programma di viaggio

Condividi :